È importante che tu abbia chiara la differenza tra scienza e sapienza: Scienza riguarda l’amministrazione della natura; Sapienza riguarda l’amministrazione della coscienza, essa cerca risposte alle grandi domande dell’esistenza: che cosa è VERO? BUONO-GIUSTO? BELLO?

Che cosa da luce, senso alla vita? Che pensieri ti orientano, che maestri ti guidano?

Questa è filosofia, essa fa parte essenziale della vita… anche se tu non te ne accorgi.

Nel VI Secolo A.C. Socrate ha creato la parola Filos-Sofia. Sofia corrisponde a sapienza, “filos” è colui che ricerca, aspira, ama ciò che dà sapienza, sapore, senso, gusto alla vita.

Dopo l’esperienza del lager lo psichiatra Viktor Frankl ha scritto il libro “La sofferenza di una vita senza senso”; chi ha motivi per vivere genera energia fisica, psichica e mentale, chi è demotivato si lascia andare in deperimento. Come nel lager così nella vita normale chi ha dei buoni motivi… vive…: dove c’è uno scopo arriva la forza per raggiungerlo!

La parola “motivo” deriva dal verbo muovere, è bene fare discernimento tra i motivi: puoi distinguere ciò che da contentezza durevole da ciò che dà piacere breve… puoi leggere il libro di Benasayag “Epoca delle passioni tristi”, per apprendere l’arte di governarle. Se le emozioni non sono sostenute da una sana spiritualità… arriva l’angoscia della precarietà. Quando c’è disgusto depressione… puoi aiutarti con gli antidepressivi ma se non cambi sguardo sulla vita ritorni sul tuo malessere. Puoi leggere Cheri Huber “Il dono della depressione”, essa invita a cambiare con la medicina dei pensieri che danno luce alla mente, energia alla volontà e armonia al cuore.

Puoi trovare sapienza in questi tre messaggi:

  • Vivi il presente con consapevolezza e gratitudine.
  • Apprezza ciò che c’è, metti armonia in ciò che vivi.
  • il bene che fai è l’affitto per il posto che occupi sulla terra.

Lo sguardo di gratitudine verso la gratuità della vita è il modo migliore per apprezzarla. La vita è quella che è, la qualità dipende da te! “Non sei disturbato dalla realtà ma dalla interpretazione che dai”. (M. Aurelio.). Di solito la fiducia è profezia che si autoavvera… Troppo disgusto conduce alla violenza dentro e fuori di te:

La violenza è amore degradato.

Eric Fromm

Per crescere in sapienza e umanità considera la meditazione come un impegno non opzionale ma decisivo. Donati un tempo giornaliero per abitare i respiri e i pensieri con calma serenità e quiete. Ogni giorno puoi dedicare 15 minuti ininterrotti alla meditazione: porta la mente a casa, fa il pastore dei pensieri, mettili a riposare… concentrati nel respiro largo-lungo-profondo, poi chiama parole amiche (mantra) che ti fanno buona compagnia.

La meditazione pacificante educa il carattere alla consapevolezza e al buon governo di te.

Proposta: questo foglio è uno schema perché tu aggiunga di tuo e possa SCAMBIARE conoscenze in famiglia e negli incontri umani che la strada ti offre.